fbpx

La crema di tapioca è uno degli ingredienti migliori per le prime pappe. Durante lo svezzamento, il piccino comincia ad assaggiare nuovi sapori e consistenze diverse. La scoperta è a portata di cucchiaino, con faccine buffe che ti diranno se hanno gradito o meno. Non è, però, solo una questione di gusto: diventa, infatti, fondamentale scegliere cibi salutari per la crescita del bebè. Tra questi la crema di tapioca (ideale dai sei mesi in poi). È molto digeribile, ricca di amidi e non allergizzante. Un ingrediente importante consigliato dai pediatri per lo svezzamento, da alternare con la crema riso.

Vediamo insieme le caratteristiche della tapioca. Per te acqua Fontenoce ha una ricetta semplice per preparare una sana crema di tapioca.

Caratteristiche della tapioca: digeribile e gluten free

tapioca

Iniziare lo svezzamento è un bel percorso, mai in solitaria. Mille accortezze per far sì che il tuo piccolino si adatti a nuovi alimenti oltre al latte materno o in latte in polvere. Anche in questa fase è importante consigliarti con il pediatra: conosce bene il tuo bebè e sa, quindi, come introdurre le prime pappine. Suggerendoti le dosi e la frequenza.

Di solito, tra gli ingredienti consigliati per lo svezzamento c’è la crema di tapioca e mais, e quella di riso. Ha il sapore simile a quello della patata e consistenza densa.

Ma quali sono le caratteristiche principali della tapioca? Scopriamole insieme:

  • Contiene amidi vegetali e carboidrati
  • Ha pochi grassi
  • È senza glutine.

Per la sua composizione, la tapioca è quindi molto digeribile. È considerata come un cereale. Tuttavia, a differenza del grano e della maggior parte dei cereali, è senza glutine. Dunque, adatta per lo svezzamento del neonato: un alimento che puoi introdurre nella sua alimentazione, senza la paura di scatenare allergie o intolleranze.

Brodo vegetale per neonati: quali verdure scegliere

Con lo svezzamento inizi a far assumere al neonato anche liquidi diversi dal latte. Come l’acqua, alla base pure della crema di tapioca. Ma, come avviene per le prime pappe, anche per l’acqua è fondamentale che abbia delle caratteristiche organolettiche indicate per i bimbi. Per questo è importante sceglierne una pura e leggera, proprio come acqua oligominerale Fontenoce.

Acqua Fontenoce è, infatti, indicata per preparare le prime pappine. Da usare per cucinare il brodo vegetale per la crema di tapioca.

Per preparare il brodo vegetale è importante anche saper scegliere le verdure (non dimenticare di consultarti con il pediatra). Meglio se fresche. Le più indicate sono la carota, la patate, la zucchina.

Sai che la carota, dal gusto dolce, è ricca di β-carotene? Contiene anche fosforo, calcio, magnesio e potassio: sali minerali importanti per la crescita del neonato.

I pediatri consigliano di cambiare una verdura a settimana, tranne che per il pomodoro che è allergizzante (si può introdurre alla prima candelina).

Ricetta svezzamento con crema di tapioca e mais

pappa bimba

Lava le verdure e immergile in un litro di acqua oligominerale Fontenoce. Poi mettile a cuocere a fuoco lento. E ricorda di non aggiungere sale né dadi (ecco la ricetta semplice per il brodo vegetale per lo svezzamento del tuo piccino).

Una volta che il brodino è pronto possiamo preparare la pappina per il nostro bebè. Aggiungiamo al brodo vegetale 2 o 3 cucchiaini di tapioca e mais (un cucchiaino corrisponde a circa 6 grammi di crema).

In base al fabbisogno del neonato, confrontati con il pediatra sulle dosi di crema di tapioca e di passato di verdura.

Di solito, gli specialisti consigliano di iniziare per 3 giorni con un singolo alimento. Trascorso questo periodo, puoi inserirne uno nuovo. A rotazione. Questo lasso di tempo è utile sia per vedere che non si verifichino effetti indesiderati, come allergie, che per dare al neonato tutti gli ingredienti importanti per il suo sano sviluppo.

L’acqua Fontenoce è batteriologicamente pura, ovvero non contiene batteri di alcun tipo. Ha, inoltre, un bassissimo contenuto di Nitrati (appena 1,6 mg/l). Grazie alle sue caratteristiche chimico-fisiche uniche e alla ricerca scientifica condotta su neonati a termine e pretermine presso il Policlinico di Messina, acqua Fontenoce è indicata per la preparazione degli alimenti dei lattanti e dei bambini, con l’approvazione del Ministero della Salute. DMS. n° 4123 del 16/12/2013.

Scopri dove acquistare acqua Fontenoce!