Porre attenzione su cosa bere per abbassare la glicemia è fondamentale per regolare i livelli di glucosio nel sangue. La disidratazione infatti è tra le cause di questo scompenso che può sfociare in una malattia metabolica diffusa nel mondo: il diabete mellito che colpisce tutte le fasce di età.

Recenti studi mostrano quanto sia destinato ad aumentare, tanto da stimare che nel 2040 nel mondo 642 milioni di persone soffriranno di diabete.

Per prevenire e ridurre l’iperglicemia, i medici in genere consigliano di:

  • Idratarsi costantemente
  • Mangiare sano
  • Seguire abitudini salutari.

Vediamo quindi perché l’acqua agisce contro la glicemia e quali rimedi naturali adottare contro questo scompenso.

Quelli che seguono sono dei consigli: qualora i tuoi livelli di zucchero nel sangue fossero alti, la prima cosa da fare è sicuramente rivolgersi a un medico e seguire le sue prescrizioni specie se c’è il sospetto di diabete o se è stato già diagnosticato.

Disidratazione tra le cause della glicemia: sintomi

glicemiaLa disidratazione, insieme ad esempio al consumo eccessivo di carboidrati, alla scarsa attività sportiva, all’uso di farmaci, è tra le cause dell’iperglicemia che può causare il diabete mellito. Per chi soffre di questa malattia metabolica, la mancanza di acqua nell’organismo è una nemica da tenere sempre d’occhio.

Infatti, quando i livelli di glucosio nel sangue non sono nei range prestabiliti, il corpo si attiva per toglierli con l’urina. Ma questo sforzo eccessivo coinvolge soprattutto i reni, che con la minzione quindi eliminano grosse quantità di acqua.

Lo scarso apporto idrico potrebbe dunque attivare un effetto domino, peggiorando quelli che sono i sintomi classici del diabete e della disidratazione, quali ad esempio:

  • Aumento della sete
  • Secchezza della bocca
  • Frequenti minzioni (con urine molto gialle)
  • Maggior senso di stanchezza
  • Crampi allo stomaco e mal di testa da disidratazione.

Cosa fare? Se soffri di diabete, non aspettare di sentire il senso di sete, ma anticipalo idratandoti costantemente. Piccoli sorsi di acqua durante tutta la giornata per ridurre l’eccessiva concentrazione di glucosio nel sangue.

Bere acqua abbassa la glicemia

Idratarsi tutto il giorno è fonte di benessere per grandi e piccini. L’idratazione infatti stimola il buon umore. L’acqua fa bene alla memoria. Attiva i processi dell’organismo, come il metabolismo.

Mantenersi idratati è indispensabile per tutti, in particolare per le persone che soffrono di patologie serie come il diabete: infatti l’acqua, prezioso elemento naturale, è uno degli alleati in caso di alti livelli ematici di glucosio.

Per contrastare la disidratazione, ai diabetici viene di solito consigliato di bere acqua anche quando non si avverte il senso di sete, dopo aver sudato molto o in caso di minzioni frequenti. L’acqua è l’elemento più potente che fornisce la natura per reintegrare quindi questi liquidi persi, in quanto apporta sali minerali e non contiene zuccheri.

Ma quant’acqua deve bere un diabetico? In genere, a questa domanda ricorrente il consiglio dei medici va nella direzione di assumere da un litro e mezzo a due litri di acqua al giorno (dipende anche dal sesso e dall’età, come dallo stile di vita). Meglio se a temperatura ambiente, da bere a piccoli sorsi per tutta la giornata. In tal senso, c’è da considerare anche l’apporto idrico fornito da un adeguato consumo di frutta e verdura (per le dosi e la frequenza, è bene confrontarsi con il proprio specialista).

Come abbassare la glicemia in modo naturale: tisana di salvia

salviaL’acqua quindi è tra le bevande naturali e migliori per far abbassare il diabete. Tuttavia, per prevenire gli alti livelli di glucosio nel sangue e gli scompensi provocati, la natura viene in soccorso con alimenti che possono essere degli ottimi alleati.

Tra questi la cannella: degli studi hanno dimostrato la capacità di questa spezia nel ridurre l’insulino-resistenza. La cannella si può usare per insaporire le pietanze o anche da sorseggiare per un infuso hand-made.

Ottima bevanda per abbassare la glicemia è anche la tisana di mirtillo. Come anche quella con curcuma e arancia. Ai pazienti diabetici gli specialisti consigliano di bere pure il tè verde: recenti studi lo considerano il farmaco naturale contro la glicemia soprattutto per la presenza dell’epigallocatechina 3-gallato (Egcg).

In natura tante erbe officinali possono venir in aiuto in caso di diabete (efficace anche l’infuso di fiori di ibisco). Tra queste ti proponiamo la ricetta della tisana con la salvia, antidiabetico naturale. Questa spezia infatti, grazie a importanti elementi come la glucochinina, i flavonoidi e i polifenoli, contribuisce alla diminuzione del glucosio nel sangue.

Ingredienti:

  • 1 cucchiaino raso di salvia essiccata
  • 250 ml di acqua oligominerale Fontenoce.

Il procedimento è semplice:

Metti a bollire l’oligominerale Fontenoce. Spegni il fuoco e versa in una tazza insieme alla salvia.

Lascia riposare per 10 minuti circa con un coperchio. Filtra e sorseggia questa bevanda naturale – anche per due volte al giorno – preparata con l’oligominerale Fontenoce, acqua dal gusto eccezionale. Non usare né zucchero né miele.

Tutti i segreti per mantenersi belli e in forma in una bottiglia di acqua Fontenoce sempre a portata di mano. Perché le sane abitudini partono dal bere in maniera corretta e sana.

acqua fontenoce formato tradizionale bottiglia 2 litriacqua fontenoce linea tradizionale per i supermercati

Scopri dove acquistare acqua Fontenoce!