L’avvicinarsi di San Valentino apre le porte a gesti romantici e attenzioni speciali. Per rendere questo momento ancora più speciale, ti proponiamo la tisana alla rosa canina: un infuso che non solo delizia il palato ma offre anche benefici per la salute.

La Rosa Canina è una pianta nota da secoli per le sue proprietà benefiche. In virtù di queste proprietà, viene usata spesso per curare i malanni invernali, come mal di gola e raffreddore, influenza e tosse anche nei bambini.

Ma sapevi che è stata tradizionalmente considerata anche come un afrodisiaco naturale? Scopriamo insieme come l’infuso di rosa canina può diventare il tocco speciale per trasformare il tuo San Valentino in un’esperienza ancora più dolce e indimenticabile.

Quali sono i benefici della rosa canina?

benefici tisana rosa caninaIl San Valentino è il momento ideale per condividere momenti romantici con il partner. Quella alla rosa canina, oltre a essere deliziosa è una tisana nota per le sue proprietà afrodisiache naturali e non solo. Quali sono i benefici specifici di questa straordinaria pianta?

Ricca di vitamina C, antiossidanti e sostanze fitochimiche, la rosa canina offre davvero tanti vantaggi al nostro organismo, ma è soprattutto l’elevato contenuto di vitamina C a renderla un rimedio naturale potente, impiegato sia in cucina che in erboristeria.

Sapevi che – a parità di peso – i falsi frutti di questa pianta, quelle piccole bacche rosse chiamate cinorrodi, contengono 40 volte più vitamina C delle arance? Grazie alla sua composizione naturale:

  1. protegge e rafforza il sistema immunitario;
  2. migliora la digestione;
  3. favorisce una pelle radiosa e luminosa;
  4. ha un’azione antinfiammatoria;
  5. contrasta i radicali liberi;
  6. ha proprietà antiossidanti sul sistema circolatorio e sui tessuti;
  7. stimola la produzione di collagene;
  8. aiuta ad assorbire il ferro. Viene utilizzata per preparare tisane, decotti, confetture, rimedi diuretici.

Insomma l’infuso a base di rosa canina vanta numerose proprietà salutari, che contribuiscono a rendere questa bevanda una preziosa fonte di benessere e un toccasana per la salute.

Come usare la rosa canina fresca? 

Le bacche della pianta fresca possono essere utilizzate in diversi modi. Dopo averle lavate bene e private dei semi puoi usarle per preparare una macedonia di frutta fresca, un frullato oppure estratti e centrifugati con l’aggiunta di mela e carota, o altri ingredienti preferiti, per ottenere una bevanda energizzante ricca di vitamine.

Perché quella alla rosa canina è considerata una tisana afrodisiaca?

tisana rosa caninaLa rosa è da lungo tempo simbolo di amore e passione. La tisana derivata dalle bacche con fiori rosa pallido dal profumo delicato e leggermente dolce, può quindi essere associata simbolicamente all’amore e all’intimità.

La rosa canina è stata storicamente considerata afrodisiaca in molte culture. Anche se la scienza moderna non conferma sempre queste credenze, la tradizione e l’associazione culturale giocano un ruolo significativo nella percezione della tisana alla rosa canina.

Vero è che questa pianta è nota per le sue proprietà stimolanti e ricostituenti, che nel tempo hanno contribuito forse a diffondere questa reputazione. In buona sostanza, assumere rosa canina aiuta le cellule del corpo a usare meglio l’energia immagazzinata dall’organismo.

Vere o no che siano le proprietà afrodisiache di questa pianta, una dolce tisana è sempre una coccola impagabile per creare un’atmosfera più avvolgente e speciale da condividere con la persona amata.

Come preparare la tisana alla rosa canina: la ricetta con acqua Fontenoce

Ingredienti

  • 2 cucchiai di bacche di rosa canina (fresche o secche);
  • 500 ml acqua Fontenoce;
  • scorza di un limone (opzionale);
  • zucchero o altro dolcificante (opzionale).

Preparazione

  1. Riscaldiamo 500 ml di acqua Fontenoce in un pentolino e portiamola a ebollizione;
  2. Attendiamo qualche minuto che la temperatura dell’acqua scenda leggermente e versiamo 2 cucchiai di bacche di rosa canina oppure di una miscela già pronta, e la scorza di limone se lo gradisci;
  3. Lasciamo in infusione per qualche minuto (circa 5-10), filtriamo il tutto e versiamo in due tazze;
  4.  Aggiungiamo a piacere dello zucchero, del miele o altro dolcificante.

Quante bacche di rosa canina per una tisana? Come hai visto dalla ricetta, bastano due cucchiai di bacche, uno per ciascuna tazza, circa 10 gr in totale.

Per assaporare appieno i benefici della tisana alla rosa canina, è essenziale utilizzare ingredienti di alta qualità e l’acqua giusta. La nostra ricetta con l’oligominerale Fontenoce assicura un gusto eccezionale e tanti vantaggi per la tua salute.

Fontenoce, con il suo basso residuo fisso, poco sodio e l’assenza di arsenico, è un’acqua pura e leggera che si sposa perfettamente con le erbe e le piante officinali. Le sue caratteristiche organolettiche esaltano l’esperienza del momento tisana, rendendola un’opzione ideale per il tuo benessere quotidiano.

Scegli Fontenoce e prepara questo infuso delizioso e salutare che conquisterà il cuore della tua dolce metà.

Tutti i segreti per mantenersi belli e in forma in una bottiglia di acqua Fontenoce sempre a portata di mano. Perché le sane abitudini partono dal bere in maniera corretta e sana.