Gli spinaci e le altre verdure sono importanti per il sano sviluppo del tuo bambino. Ricche di vitamine, sali minerali, fibre e tanta acqua, sono davvero utili per fargli assumere questi preziosi componenti. Introdurle gradualmente nella sua alimentazione significa, quindi, mettere tanti piccoli mattoncini per un regime nutrizionale vario ed equilibrato.

Passare dal latte materno ai cibi semisolidi e solidi per molti genitori è impresa difficile. Così, durante lo svezzamento, proporre al piccolo una pappa che lo conquisti subito non è un gioco da ragazzi. Le verdure, in questo, sono ottime alleate anche grazie alle loro eccellenti proprietà.

Ma a quanti mesi si possono dare gli spinaci? E come preparare una pappina “verde” gustosa? Continua a leggere.

Quando dare gli spinaci ai neonati?

spinaciCome sempre, quando si parla di svezzamento, è bene confrontarsi con il pediatra per sapere quando è opportuno introdurre determinati alimenti nella dieta del neonato. Così come le dosi e la frequenza. Stesso discorso vale per la somministrazione delle verdure, talmente colorate e saporite da rendere più “appetitose” le pappe.

In genere, gli specialisti consigliano di iniziare lo svezzamento di verdure verso i cinque mesi optando per patate, carote, zucchina. In questa fase, puoi preparare al tuo cucciolo anche una deliziosa crema di zucca.

Dal settimo-ottavo mese possono essere introdotti, gradualmente, il sedano, l’insalata, i fagiolini e gli spinaci. Li puoi usare come base per il brodo vegetale con cui insaporire, ad esempio, la crema di riso e altre pappe. Oppure come passati con la pastina.

Ma, come spesso accade per il calendario dello svezzamento, ci sono diverse scuole di pensiero che riguardano anche le verdure tanto care a Braccio di Ferro.

Alcuni pediatri, infatti, suggeriscono di introdurre gli spinaci nella dieta dei piccoli a partire dai 12 mesi. Il motivo? Le foglie dello spinacio contengono un’alta percentuale di nitrati, composti che i bebè non digeriscono facilmente.

Per risolvere l’arcano, è importante parlare con il pediatra. Saprà dirti quando iniziare con queste verdure, dalle incredibili proprietà.

Proprietà e benefici degli spinaci

Pensando al famoso Popeye, viene subito in mente dove prendeva la forza per salvare Olivia. Sì, mangiando spinaci. Al di là del salto nel cartone animato, che tante leggende si porta dietro, le verdure a foglia verde sono importanti per lo sviluppo psicofisico del bambino.

Ecco, quindi, alcune delle proprietà degli spinaci, alimenti indispensabili per i bambini:

  • Sono ricchi di vitamina K, fondamentale per la salute delle ossa e per la coagulazione del sangue;
  • Favoriscono l’idratazione: lo spinacio, infatti, è costituito da un’altissima percentuale di acqua, utile per tenere il piccino idratato;
  • Alleati per la vista: grazie all’alto contenuto di beta carotene, sono utili per mantenere sana la salute degli occhi e migliorarla;
  • Rinforzano il sistema immunitario: merito della vitamina K, di una buona quantità di vitamina C e di ferro presenti in queste verdure;
  • Aiutano contro la stitichezza: la quantità di fibre dello spinacio favorisce la regolare funzione intestinale.

Per farli mangiare ai piccini, ecco una ricetta colorata e gustosa.

Pappa verde per bimbi forti: spinaci e pastina

foglie spinaciProporre una pappa che conquisti il piccolo è spesso impresa difficile. Ma con questa ricetta “verde” l’impresa per vincere tutte le sue resistenze sarà vinta a colpi di bontà.

Ingredienti:

  • 300 ml di brodo vegetale con acqua oligominerale Fontenoce
  • 5 foglie fresche di spinaci bio
  • 1 cucchiaio di pastina
  • 1 cucchiaino di olio EVO

Procedimento:

  1. Taglia il gambo degli spinaci ed eventuali filamenti. Poi lava accuratamente le foglie e lasciale asciugare;
  2. Versa dell’acqua in un pentolino e metti a cuocere la verdura. Successivamente scolala e frullala per creare una cremina;
  3. Scalda il brodo vegetale, precedentemente preparato con l’oligominerale Fontenoce: leggera e pura, è l’acqua indicata per la preparazione degli alimenti per lattanti;
  4. Unisci al brodo la pastina e lascia cuocere;
  5. Togli la pastina dal fuoco e unisci la crema di spinaci;
  6. Mescola per amalgamare bene il composto. Trasferiscilo nel piattino e aggiungi l’olio EVO.

È l’ora della pappa con gli spinaci: via con il primo boccone!

Non aggiungere né sale né dado. Per le dosi e la frequenza parla con il tuo pediatra.

La ricerca scientifica condotta su neonati a termine e pretermine presso il Policlinico di Messina testimonia che acqua Fontenoce è indicata per la preparazione degli alimenti dei lattanti e dei bambini, con l’approvazione del Ministero della Salute. DMS. n° 4123 del 16/12/2013.