fbpx

Il benessere del nostro organismo dipende da molteplici fattori, tra i quali spicca sicuramente l’acqua che beviamo. È proprio l’acqua, infatti, che ci aiuta a prevenire le patologie renali e a mantenere il nostro corpo purificato dalle tossine. I reni sono organi fondamentali che, uniti alle funzioni dell’apparato urinario, servono a filtrare le sostanze di rifiuto del sangue che verranno eliminate per mezzo delle urine. Essi servono, inoltre, a mantenere gli equilibri idro-salini e acido-base inalterati. Ma in che modo possiamo aiutarci a prevenire le malattie renali? Qual è l’acqua migliore per i reni? Quanto è utile l’acqua oligominerale per calcoli renali? Andiamo a scoprirlo in questo nuovo articolo di acqua Fontenoce dedicato al benessere…bevendo.

Acqua oligominerale per calcoli renali

Come detto in apertura, bere tanta acqua aiuta a purificare e a disintossicare i reni, ripulendoli dalle sostanze di scarto filtrate dal sangue. Bere giornalmente la quantità di acqua consigliata per le proprie caratteristiche fisiologiche aiuta a mantenere i reni attivi: essi funzionano come dei motori di filtraggio, che monitorano il volume di sangue in entrata, la concentrazione degli elementi utili all’organismo e salvaguardano determinati parametri vitali. L’acqua costituisce un nutriente eccezionale di minerali essenziali, che i reni provvedono ad assorbire eliminando gli eccessi. Garantire una buona diuresi può scongiurare il pericolo di formazione di calcoli: questi sono il risultato della concentrazione di sali litogeni, come la saturazione di acido urico, ossalato e calcio, che agglomerandosi danno forma a cristalli fino a diventare dei calcoli. Ciò è dovuto soprattutto alla scarsa idratazione e all’alimentazione scorretta, oltre a una predisposizione fisica.

Patologie renali sintomi

dottore e pazienteLe patologie renali sono molte e riconducibili a vari fattori: vita sedentaria, alimentazione scorretta, virus, batteri, malattie autoimmuni e molto altro. Le principali malattie renali sono:

    • – calcolosi delle vie urinarie
    • – infiammazione croniche delle vie urinarie
    • – diatesi urica e ossalica
      – manifestazioni cliniche della gotta (gotta articolare, depositi pratici delle articolazioni e del connettivo)

Attenti esami diagnostici possono aiutare nell’identificazione della patologia. Le malattie renali hanno sintomi simili, quindi è fondamentale rivolgersi ad un medico per intervenire tempestivamente. I sintomi più comuni sono: febbre, difficoltà nella minzione (disuria), perdita di peso, assenza di minzione (anuria), minzione frequente durante la notte (nicturia), dolori addominali, al fianco o ai reni, nausea, ipertensione e così via.

Disturbi renali, come attenuarli

certificazione universita di bari

Per prevenire o attenuare i disturbi renali è consigliabile bere molta acqua oligominerale: questa ha il compito di mantenere diluite le urine e aiuta a lavare l’apparato urinario dai microorganismi che provocano le infezioni. L’acqua oligominerale Fontenoce grazie al suo basso residuo fisso e poco sodio – definita per questo acqua Leggera –  è un sostegno valido nella lotta contro i calcoli renali (certificato con attestato clinico dall’Università degli studi di Bari).

E’ consigliato, per avere maggiori benefici, unire all’assunzione di almeno 2 litri di acqua al giorno una dieta povera di sale e un limitato consumo di proteine animali.

Tutti i segreti per mantenersi belli e in forma in una bottiglia di acqua Fontenoce sempre a portata di mano. Perché le sane abitudini partono dal bere in maniera corretta e sana.

acqua fontenoce formato tradizionale bottiglia 2 litriacqua fontenoce linea tradizionale per i supermercati

Scopri dove acquistare acqua Fontenoce!